Esclusive BlueStacks

Riepilogo di BlueStacks 4 – Come si è evoluto a partire dal lancio?

Essendo una compagnia che punta all’innovazione, BlueStacks si è sempre proposta di raggiungere risultati che potessero offrire all’utenza una piattaforma comoda da utilizzare e accattivante. Giocare applicazioni Android su PC non è mai stato così semplice!

Gli ultimi due anni hanno visto un grande lavoro da parte dello staff, infatti ci siamo impegnati per migliorare le funzionalità dell’emulatore, sempre gratuito per tutti gli utenti. 

Parecchio tempo è passato e tutt’ora siamo al lavoro su dei progetti promettenti, ma stiamo anche ripensando a tutte le funzionalità che abbiamo introdotto negli ultimi anni. In questo articolo andiamo proprio a condividere con te un riepilogo di tutti i punti forti che hanno caratterizzato la versione numero 4 del nostro emulatore Android. 

Miglioramenti di Grafica e Performance 

Il miglioramento del comparto grafico è uno dei più chiari di BlueStacks 4, partendo dall’interfaccia della versione 3 dell’emulatore per poi evolversi con l’inclusione di nuovi pannelli, controlli e opzioni.

Riepilogo di BlueStacks 4 – Come si è evoluto a partire dal lancio?

BEFORE

Riepilogo di BlueStacks 4 – Come si è evoluto a partire dal lancio?

AFTER

La nuova “UI” è molto più funzionale e non lascia posto alla confusione, visto che chiunque può destreggiarsi facilmente nel pannello dei controlli, ricco di strumenti utili per qualunque applicazione e gioco.

Inoltre, tutte le funzioni dispongono di una comoda “scorciatoia da tastiera”, quindi basta ricordare le combinazioni di tasti corrispondenti per effettuare le azioni desiderate senza alcun click del mouse.

Oltre al discorso UI, abbiamo anche migliorato la stabilità per moltissimi titoli. Parliamo nello specifico di quegli upgrade che hanno permesso di evitare i crash e i glitch che spesso si verificano durante l’esperienza di gioco. Del resto, appena esce un nuovo titolo Android, il team di BlueStacks è sempre e comunque all’opera per farlo girare nel migliore dei modi.  

Riepilogo di BlueStacks 4 – Come si è evoluto a partire dal lancio?

Per quanto riguarda le performance generali abbiamo aggiunto numerose opzioni che consentono all’utente di scegliere quante risorse allocare durante l’esecuzione dell’emulatore. Questo al fine di permettere ai giocatori di regolare le prestazioni in base alle specifiche del proprio dispositivo, sia esso pc desktop o laptop. Una delle aggiunte riguarda il V-Sync, che permette di sincronizzare il frame rate di un gioco con il refresh rate del monitor, andando a contenere quello che in gergo viene definito “screen tearing”.

Miglioramenti di Sistema

I miglioramenti grafici sono ben visibili all’apertura di BlueStacks, ma cosa possiamo dire di tutti quei miglioramenti che risultano meno evidenti? Non possiamo non elencarli, visto che sono ugualmente importanti.

Aumento dello Spazio di Archiviazione

Certamente una delle implementazioni più utili per BlueStacks ha riguardato l’aumento della capacità di archiviazione da 32 a 64GB, in modo da poter installare molte più app senza doverne cancellare altre. 

Riepilogo di BlueStacks 4 – Come si è evoluto a partire dal lancio?

È stata una modifica decisamente apprezzata dalla community, del resto la capacità di archiviazione è sempre il primo dato che ci balza all’occhio quando compriamo uno smartphone, un computer già assemblato o una console!

Strumento di Pulizia Disco

Però bisogna sottolineare che l’aumento dell’archiviazione ha portato anche qualche problemino, infatti le app disinstallate non andavano a rimuovere totalmente lo spazio che avevano occupato nel drive. Ecco quindi che abbiamo introdotto lo strumento di pulizia disco, che consente appunto di cancellare i residui delle applicazioni già disinstallate. 

Riepilogo di BlueStacks 4 – Come si è evoluto a partire dal lancio?

Aumento dell’archiviazione e pulizia del disco sono argomenti che non hanno influenzato più di tanto chi installa pochi giochi su BlueStacks, ma c’è una feature di sistema che ha coinvolto praticamente tutti, specialmente gli amanti degli strategici. Forse hai già intuito di cosa si tratta…

Lo strumento Multi-Istanza

Abbiamo aggiunto in BlueStacks il comodissimo Multi-Instance Manager, che si è rivelato subito un potente alleato per i giocatori competitivi visto che ha permesso di creare più finestre (istanze) per giocare contemporaneamente con più account! 

Riepilogo di BlueStacks 4 – Come si è evoluto a partire dal lancio?

Una feature cruciale negli strategici dove abbiamo una base da sviluppare, così da gestire in contemporanea degli account di gioco dedicati al “farming”. Creare alleanze formate solamente dai propri account (senza affidarsi solamente ad altri giocatori alleati) non è mai stato così facile da gestire. 

Eco-Mode

E a proposito di “gaming su account multipli”, è vero che il Gestore di Istanze ci dà una mano, ma sempre nei limiti delle specifiche del proprio PC! Chiaramente più istanze vengono create più risorse servono (pensiamo alla RAM). Questo può rivelarsi un problema in giochi come Rise of Kingdoms, dove gli utenti meno esperti si dotano appunto di account dedicati al farming, andando a creare tre, quattro, cinque istanze e così via, per poi rendersi conto che il loro computer rallenta notevolmente.

La “Eco Mode” è stata implementata per ovviare anche a questo problema, riducendo notevolmente la potenza necessaria a tenere aperte tante istanze. In che modo? Semplice: riducendo drasticamente gli FPS delle istanze secondarie. Senza dimenticare che l’utente può attivare l’opzione per sincronizzare tutte le istanze di un gioco, quindi basta giocare sull’istanza principale per avanzare negli altri account in simultanea. 

Quindi grazie a questa sincronizzazione basta gestire una/due istanze e lasciare che le altre restino sincronizzate.

Il Registratore di Macro

Nella maggior parte dei casi, i videogiochi mobile sono ripetitivi. Ciò significa che, oltre ad offrire nuove e coinvolgenti sfide, presentano delle fasi molto monotone dove bisogna per esempio fare quello che in gergo viene definito “grinding”. Sia che si tratti di farmare risorse per acquistare un upgrade, oppure di trovare materiali per pescare nuovi personaggi in un gacha game, o semplicemente completare missioni giornaliere in un MMORPG, tutte queste attività sono ripetitive e vengono effettuate decine, centinaia, migliaia di volte!

Il registratore macro di BlueStacks è stato progettato avendo in mente questa problematica e ha consentito agli utenti di automatizzare completamente i procedimenti più “noiosi”. In poche parole basta registrare un’azione, assegnarla ad un tasto e premere quel tasto quando si vuole effettuare l’azione specifica. Quanto tempo si risparmia con le macro…

Traduttore in tempo reale

Capita spesso di assistere al lancio di giochi che, non solo sono disponibili esclusivamente in alcuni territori (es. Asia, America), ma non vengono nemmeno tradotti. E l’italiano purtroppo è una lingua che spesso viene snobbata dalle software house, a differenza di spagnolo, francese e tedesco. La nostra unica alternativa per giocare determinati titoli esclusivi è quindi la conoscenza dell’inglese; eppure anche sotto questo aspetto BlueStacks ha cercato di abbattere le barriere linguistiche.

Grazie al traduttore automatico basta infatti premere Ctrl + Shift + L per generare in pochi secondi una finestra, sovrapposta alla schermata di gioco, dove tutti testi risultano tradotti. Comodo vero? 

Modalità Notifiche

Un’altra funzione utile, specialmente per i gacha game e gli strategici, è la “modalità notifiche”. Una volta attivata ci consente infatti di ricevere sul desktop gli avvisi più interessanti, anche se non stiamo utilizzando BlueStacks. 

Riepilogo di BlueStacks 4 – Come si è evoluto a partire dal lancio?

In più è possibile scegliere quali notifiche si vogliono ricevere, anche perchè ci sono degli avvisi di altri giochi che spesso non ci interessano.

Aprire App a 32 e 64-bit in contemporanea

Per ultimo ma non meno importante (forse si tratta di uno degli aggiornamenti più grandi di BlueStacks 4), è stata aggiunta la possibilità di creare istanze che girano a 32-bit o a 64-bit.

Riepilogo di BlueStacks 4 – Come si è evoluto a partire dal lancio?

È molto comodo perchè non c’è più bisogno di installare sul computer due client separati di BlueStacks (32 e 64), infatti grazie al gestore di istanze puoi scegliere direttamente l’architettura dell’app da aprire.  

Miglioramenti sui Controlli

L’aspetto più decisivo di un videogioco non può che riguardare i controlli. Sotto questo punto di vista possiamo ricordare alcune aggiunte fondamentali con la versione 4 di BlueStacks:

Supporto del GamePad

Anche se i miglioramenti apportati ai controlli della versione 4 sono pochi, si può dire che siano piuttosto significativi, dato il fatto che BlueStacks ha visto il supporto del Gamepad in giochi che hanno proprio uno schema di controlli nativo per i controller (e non mouse e tastiera). 

Basta semplicemente collegare via USB un gamepad compatibile e BlueStacks ci lascia giocare un titolo su PC come se fossimo davanti ad una console. Una possibilità davvero accattivante per giochi estremamente popolari tra i giovanissimi e non solo come Minecraft Pocket Edition.

Riepilogo di BlueStacks 4 – Come si è evoluto a partire dal lancio?

In aggiunta, abbiamo persino implementato il supporto del gamepad in quei giochi che non lo supportano nativamente; per fare un esempio pensiamo ad Among Us. Grazie a BlueStacks, i “console gamers” e non solo possono godersi questo divertentissimo e famosissimo survival game su PC, con tutta la comodità del controller.

Controlli Intelligenti

Per gli appassionati di sparatutto, BlueStacks 4 ha visto anche l’implementazione dei Controlli Intelligenti, che hanno rivoluzionato il modo di giocare in titoli come Call of Duty: Mobile, Free Fire, PUBG e tanti altri. Gli “smart controls” vanno a disattivare/attivare automaticamente la modalità di fuoco, permettendoti di navigare fra i menu e le mappe, per poi tornare a prendere il controllo dell’arma senza dover ogni volta disabilitare il mouse manualmente.  

Riepilogo di BlueStacks 4 – Come si è evoluto a partire dal lancio?

Inutile dire che, una volta che si è provato a giocare con gli smart controls, non si torna più indietro. Basti pensare che, quando CoD Mobile riceve un aggiornamento e dunque vengono disabilitati momentaneamente i controlli intelligenti, la community chiede subito allo staff di BlueStacks di risolvere rapidamente il problema!  

Migliorie sulla Mappatura dei Tasti

Una delle funzionalità più importanti offerte dal nostro emulatore consiste proprio nella mappatura dei tasti per qualsiasi gioco mobile. 

Questa funzione consente di scegliere fra una serie di strumenti, conosciuti come “controlli tattili”, pensiamo a tap, swipe, d-pad, ecc., che possono essere posizionati direttamente sulla schermata di gioco, per poi essere collegati alla tastiera. In poche parole i giocatori possono creare il loro schema personalizzato di controlli per qualsiasi gioco, anche perchè quando si usano mouse e tastiera ciascuno ha le proprie preferenze, specialmente i più competitivi.

Riepilogo di BlueStacks 4 – Come si è evoluto a partire dal lancio?

Miglioramenti su Giochi specifici

Sicuramente gli aggiornamenti decisivi sono quelli che abbiamo già elencato, ma non possiamo dimenticare di citare anche quei piccoli ritocchi e aggiustamenti che hanno consentito di migliorare l’esperienza di gioco per quanto riguarda alcuni titoli specifici. Scopriamoli subito.

Miglioramenti nei MOBA 

In questo caso parliamo di un aggiornamento che migliora non uno ma tantissimi MOBA come Arena of Valor, Mobile Legends e League of Legends: Wild Rift, per citarne solo alcuni. 

Riepilogo di BlueStacks 4 – Come si è evoluto a partire dal lancio?

Nello specifico abbiamo introdotto delle funzioni che migliorano i controlli (MOBA controls), così come la possibilità di mirare meglio e utilizzare le abilità speciali. Per esempio possiamo spostare il nostro eroe con il mouse, come si fa normalmente in un MOBA game per PC. Basta fare click destro nel punto dove vogliamo che arrivi il personaggio, nel frattempo possiamo prendere la mira con tutta calma e scegliere l’abilità da lanciare con il click sinistro o premendo il tasto corrispondente.   

Giocando i MOBA mobile su BlueStacks ci avviciniamo tantissimo all’esperienza autentica fornita dalle versioni PC. 

Chat Vocale per Among Us

Com ben sappiamo, Among Us è stato un successo assoluto dell’anno 2020. Non era una novità e anche a causa del lockdown gli streamer di tutto il mondo l’hanno portato sui loro canali Twitch, facendolo diventare virale, tanto che si contano sulle dita di una mano i videogiocatori che non ne hanno mai sentito parlare! 

Non parliamo di chissà quale game design. I suoi punti forti sono proprio la semplicità e il coinvolgimento che si vive nelle partite adrenaliniche dove bisogna scovare l’impostore oppure eliminare la squadra di sopravvissuti. L’esperienza migliora notevolmente se si gioca con amici o persone con cui riusciamo a comunicare in modo efficiente. Ecco quindi che la chat vocale (e non solo testuale) va a rivoluzionare il gioco e a rendere le comunicazioni più comode. 

Non potevamo non notare l’importanza di questa chat, ed ecco che non abbiamo fatto mancare questa funzionalità a BlueStacks. Si può creare facilmente una lobby per farci entrare gli amici con cui giocare. Al posto di scambiare informazioni più personali come il proprio username di Discord, puoi creare appunto una lobby temporanea per comunicare in modo anonimo e giocare insieme a chiunque.

Grafica HD personalizzata per PUBG Mobile e COD Mobile

Sappiamo che BlueStacks è un emulatore eccellente; quando parliamo di performance andiamo ben oltre il miglior telefono android presente sul mercato. Tutta questa potenza ci ha permesso di dare un bel boost alla grafica dei giochi.

Riepilogo di BlueStacks 4 – Come si è evoluto a partire dal lancio?

Nel caso di PUBG Mobile e COD Mobile abbiamo reso disponibili le risoluzioni più alte, che superano abbondantemente quelle disponibili su smartphone. Puoi arrivare ad esempio a 2160p per goderti al meglio il gioco e individuare con maggiore facilità i nemici, ma la scelta della risoluzione è sempre limitata dalle specifiche del tuo PC.

Ottime performance sui giochi più pesanti 

Lo ripetiamo sempre: i giochi mobile non sono necessariamente inferiori a quelli PC e console. La maggior parte dei giocatori la pensa così, anche perchè parliamo di titoli sviluppati con un budget nettamente inferiore alle altre piattaforme, eppure a volte saltano fuori quei titoli ambiziosi e coraggiosi che si distinguono dalla massa. Richiedono infatti parecchie risorse e pur essendo sviluppati per Android, pochi utenti riescono a farli girare bene su cellulare o tablet!

Riepilogo di BlueStacks 4 – Come si è evoluto a partire dal lancio?

In effetti, quando si parla di MMORPG giganteschi, pensiamo a Black Desert Mobile, soltanto chi possiede dispositivi di fascia alta può giocare con prestazioni decenti. Ancora una volta entra in gioco BlueStacks, perchè si tratta di un emulatore che funziona tranquillamente anche sui pc più vecchi e garantisce tantissimi vantaggi, rispetto ai nostri dispositivi mobile. Parliamo di tempi di caricamento ridotti, ottimo frame rate e ovviamente risoluzione che eguaglia o supera il FHD.

Zoom di Precisione per Rise of Kingdoms

Si può dire che i giochi strategici hanno tutti una cosa in comune: c’è da esplorare in lungo e in largo una “mappa del mondo”. E siccome molte di queste mappe sono popolate da unità nemiche, basi nemiche, centri di raccolta risorse, ecc., capita spesso di fare zoom-in e zoom-out per vedere con precisione molti obiettivi.  

La funzione Zoom di BlueStacks è stata concepita per aiutarci ad esempio in Rise of Kingdoms, dove abbiamo la necessità di zoomare in determinate aree. Andando a premere Ctrl + rotellina mouse oppure Su e Giù sulla tastiera, andiamo proprio a fare questo. Niente di più semplice e comodo per migliorare la nostra esplorazione.

Scorrimento Smart Edge e Convertitore UTC per Rise of Kingdoms e State of Survival

Per concludere questo lungo riepilogo degli highlights di BlueStacks 4, vogliamo parlare sempre di mappe di gioco e citare lo “scorrimento smart edge”, sempre utile in giochi come Rise of Kingdoms o State of Survival. Infatti, grazie a questa funzione (attivata di default su State of Survival) possiamo spostare la mappa/visuale semplicemente spostando il cursore del mouse, come si fa negli strategici in tempo reale (RTS) per PC.

Riepilogo di BlueStacks 4 – Come si è evoluto a partire dal lancio?

Inoltre, in giochi simili esiste sempre la possibilità di partecipare ad eventi esclusivi per ottenere preziose ricompense. Ma, in molti casi, gli orari degli eventi sono indicati con lo standard UTC e potremmo dimenticarci o non sapere come fare la conversione per l’ora italiana (UTC +1? oppure UTC +2?).

Ecco che il team di BlueStacks ha aggiunto la funzione “Convertitore UTC”, in modo da ovviare l’ennesimo problema! Ma lo strumento non si limita a questo, infatti ci permette di programmare dei promemoria per tutti gli eventi che non vogliamo perderci.  

E ora siamo giunti veramente alla conclusione. Ti ringraziamo sinceramente per il supporto e speriamo di riuscire a migliorare sempre più la tua esperienza con i videogiochi mobile, disponibili gratuitamente su PC con il nostro emulatore Android. Rimani sintonizzato per scoprire le numerose novità che BlueStacks andrà ad introdurre nel corso dell’anno!

Roundup BlueStacks

News

Clicca per installare

Accedi ai contenuti di gioco più completi nella nostra newsletter settimanale.

Gioca ai tuoi giochi Android preferiti su PC.