King of Avalon: come iniziare al meglio

 

King of Avalon si presenta come un classico gestionale in cui si viene catapultati in un regno in guerra, con il compito di gestire la propria città, sviluppare tecnologie, addestrare truppe ed utilizzarle per raccogliere risorse, sconfiggere mostri e scagliarle contro gli altri giocatori.

Di fondamentale importanza, in questo titolo della DianDian Interactive Holding, è comprendere fin da subito come procedere senza perdersi nelle decine di possibilità che esso offre ai nuovi giocatori.

Ecco dunque una semplice guida per neofiti, che potrai prendere come punto di riferimento per iniziare al meglio la tua avventura nel regno di Avalon.

 

 

I primissimi passi

Non appena aprirai il gioco esso ti guiderà alla costruzione dei primi edifici ed all’addestramento delle prime truppe di fanteria. Segui attentamente questo brevissimo tutorial, e continua a costruire in base a ciò che King of Avalon consiglia, almeno nel primissimo periodo.

I consigli che gli sviluppatori danno, sotto forma di missioni, sono visibili sulla sinistra, ma se in principio si riveleranno molto utili, alla lunga non sarà necessario seguirli.

 

 

In King of Avalon ogni azione ha un prezzo: saranno necessarie risorse (grano e legna all’inizio, ferro e argento nelle fasi più avanzate) e tempo per potenziare edifici, addestrare truppe, pianificare un attacco e perfino raccogliere le risorse stesse. Per questo è fondamentale non sprecare il proprio tempo di gioco: dopo aver addestrato le prime truppe seguendo il tutorial, non dimenticare mai di inviarle a raccogliere grano o legna fuori dalla tua città, senza tenerle mai ferme nel loro accampamento. Questo ottimizzerà la gestione della risorsa più importante del gioco: il tuo tempo.

Fare ciò è molto semplice: ti basterà spostarti sulla schermata “Regno”, in basso a destra, cliccare su una falegnameria o su una fattoria, in base a ciò che vuoi raccogliere, ed inviare le tue truppe. Quando la raccolta sarà terminata, ti arriverà un messaggio in posta che ti avviserà del ritorno delle truppe in città.

 

 

Come avrai imparato dal tutorial, le risorse sono anche prodotte automaticamente da edifici che costruisci nella tua città, come le segherie e le fattorie. Se all’inizio questo meccanismo potrebbe farti desistere dal raccogliere tali risorse in giro per la mappa, devi sapere che alla lunga è quasi impossibile che il tuo intero fabbisogno venga soddisfatto esclusivamente da tali edifici; è per questo che prendere la mano fin da subito con il farming è un’ottima idea.

 

Edifici: cosa costruire e migliorare sin da subito e cosa no

Come avrai già capito, le segherie e le fattorie non rientrano fra gli edifici più importanti del tuo regno, pertanto potenziale solo nel primo periodo, in quanto riceverai dei premi da questa azione. Evita inoltre di costruire troppi edifici di questo tipo (all’inizio non più di tre), perché toglieranno spazio ad altre due costruzioni fondamentali del tuo campo: la tenda militare e l’ospedale.

 

 

Una guida più approfondita circa ogni singolo edificio seguirà questa, ma è bene che tu comprenda fin da subito che il poter costruire o potenziare una qualsiasi struttura dipenderà dal livello della tua roccaforte (ad esempio, gli ospedali potranno essere costruiti solo dopo che la roccaforte avrà raggiunto il livello 4). Ciò non significa che dovrai potenziare la roccaforte compulsivamente, anzi: è importante che, prima che tu proceda con tale azione, abbia costruito e potenziato al massimo tutti gli altri edifici, tranne, come già spiegato, fattorie e segherie; questo per non trovarti in svantaggio successivamente.

 

Raccolta di tutti i regali ed i bonus

In King of Avalon è facile perdersi fra le varie tipologie di regali, bonus e premi che il gioco offre, ma è altrettanto importante saperli sfruttare al massimo e raccoglierli tutti, ed il perché è presto detto: oltre a stock di risorse, questi bonus consistono spesso in acceleratori, utilizzabili per accelerare, appunto, la costruzione di un edificio o l’addestramento di truppe.

Per prima cosa, se hai seguito le missioni proposte, come avrai letto in precedenza, hai diritto a dei premi, che potrai riscuotere nella sezione “Missioni” in basso a sinistra.

Una volta fatto ciò, recati nel campo della tua città: oltre a segherie, fattorie e tende militari, vi è un edificio, vicino al fiume, da cui ogni tanto potrai ricevere degli oggetti gratuitamente, che ti aiuteranno nel gioco.

 

 

Spostandoti vicino al dirigibile presente sulla destra, poi, vedrai altri due edifici da sfruttare per ottenere qualche bonus: la taverna, e la struttura dedicata al carico giornaliero. La taverna darà diritto ad un giro gratis della ruota della chiromante ogni 14 ore circa, mentre potrai raccogliere un bonus giornaliero dall’altro edificio.

E’ bene precisare che esistono altri bonus ottenibili acquistando vari pacchetti che il gioco offre, ma potrai tranquillamente avventurarti in King of Avalon senza mettere mano al portafoglio. Un’altra considerazione importante da fare circa gli oggetti ottenuti come spiegato è… Usali! Non pensare che saranno utili in un secondo momento, non accumulare acceleratori o altri oggetti senza mai sprecarne qualcuno, ma chiaramente valuta ogni situazione: se manca qualche minuto al termine di una costruzione, utilizzare un acceleratore da un’ora non è la mossa più saggia da fare.

Ricorda inoltre di controllare sempre la posta: spesso riceverai dei regali o dei premi anche lì.

 

 

Truppe ed attacchi: cosa devi sapere

Così come per gli edifici, anche per i vari tipi di truppe seguirà una guida più approfondita, ma è necessario anche questa volta imparare alcuni concetti di base: le truppe si dividono in quattro principali tipi: fanti, arcieri, cavalieri e macchine d’assedio, ed è bene sempre costruirsi un esercito bilanciato, sebbene solo tre dei quattro tipi di truppe citate saranno disponibili sin da subito, o quasi: le macchine d’assedio le sbloccherai successivamente.

Fondamentalmente sono tre le azioni che puoi compiere utilizzando le tue truppe: raccogliere risorse (come avrai già letto), attaccare mostri sparsi in giro per la mappa per ottenere oggetti ed esperienza o attaccare altri giocatori.

 

 

Considerando che ogni nuovo player ha a disposizione automaticamente uno scudo di qualche giorno, che lo proteggerà da attacchi nemici, ma che svanirà se si attacca un altro utente, quest’ultima azione è consigliabile solo dopo aver raggiunto un buon livello ed un buon numero di truppe.

Al contrario, è bene, oltre ad iniziare a raccogliere risorse, anche attaccare i mostri di livello più basso fin da subito, per poter accumulare ed utilizzare più acceleratori possibili e, allo stesso tempo, guadagnare più esperienza possibile.

 

 

Se sei arrivato a questo punto, poi, sicuramente ti sarai accorto che la tua cittadina ospita un potente ed interessante alleato: un drago. E’ importante potenziare anche questa creatura, sia facendo salire di livello la sua tana, così come faresti con un qualsiasi altro edificio, sia migliorando le sue abilità, che verranno automaticamente sbloccate man mano che il suo livello avanza. Tali abilità si suddividono in offensive e difensive, ed ognuna apporta un bonus particolare all’attacco delle tue truppe, alla loro salute, alla loro velocità di raccolta, e via discorrendo. E’ bene potenziare le abilità di cui credi di aver bisogno per il tuo stile di gioco, ed assegnarle al tuo drago, che, chiaramente, potrà essere mandato all’attacco assieme alle tue truppe.

Decisamente importanti sono anche le trappole, sbloccabili al raggiungimento del livello 4 della tua rocca. Usale per difendere la tua città da attacchi esterni.

 

 

Il sistema di alleanze

E’ interessante anche notare come sia conveniente entrare a far parte di un’alleanza, sia per il divertimento che può provocare giocare insieme a qualche amico, sia da un punto di vista più utilitaristico: “joinando” un’alleanza si potrà richiedere aiuto ai propri compagni nella costruzione degli edifici, riducendone il tempo, ma anche organizzare attacchi di gruppo e, qualora dovessi essere attaccato, difese all’ultimo sangue e gelide vendette. Avrai da subito a disposizione un teletrasporto, che potrai utilizzare per spostare la tua città vicino ai tuoi alleati, ma sii cauto: potresti cambiare alleanza più di una volta, e sprecare teletrasporti non è una buona idea, in quanto non è semplicissimo ottenerli.

 

 

In conclusione

King of Avalon è un gioco complesso, che però regala ore di divertimento se si impara da subito a conoscerne le meccaniche. Questa guida ti dovrebbe essere stata d’aiuto per affrontare i tuoi primi passi nel gioco, ma se dovessi avere bisogno di ulteriori consigli non esitare a commentare. Ricorda inoltre che presto saranno disponibili guide più approfondite circa vari aspetti del titolo, che certamente potranno esserti utili.

Scarica King of Avalon su BlueStacks

Commenti