Top 5 dei giochi Android che migliorano se giocati su PC

 

Con l’enorme successo riscosso dagli smartphone, il parco titoli relativo a queste piattaforme da “Gaming improvvisato” si è ampliato esponenzialmente. Il poter giocare ai propri videogames preferiti in mobilità è certamente qualcosa da non sottovalutare, ma è anche vero che esistono numerosi titoli, come quelli di questa classifica, che danno il meglio di sé (per motivi che saranno approfonditi nel corso di questa guida) se spolpati grazie a mouse e tastiera. Ecco quali sono dunque i cinque migliori giochi Android che rendono meglio se giocati su PC.

Premessa: volendo evitare ridondanza, non sono stati inseriti più giochi appartenenti alla stessa categoria (es: Fortnite Mobile e PUBG), ma in questi casi è stato scelto il titolo più rappresentativo.

 

1) Guns of Boom

Se hai già sentito parlare di Guns of Boom, frenetico FPS della Game Insight, comprenderai certamente perché giocare a questo titolo sul PC sia decisamente più appagante e divertente che farlo da telefono: Guns of Boom non è un gioco dalle mille meccaniche complesse, in quanto tutto ciò che bisogna fare è sparare ai nemici in deathmatch all’ultimo sangue o in eccitanti corse agli obiettivi, magari cercando di accumulare del denaro di gioco per sbloccare nuove armi e corazze, ma è chiaro come il vantaggio tattico dato dall’utilizzo di mouse e tastiera, sia per il sistema di movimento che, soprattutto, di puntamento, sia innegabile, grazie anche alla possibilità di personalizzare tutti i comandi ed assegnare un tasto per ogni azione (ricarica, cambio arma, lancio di una granata, utilizzo di un kit medico eccetera).

 

 

Perché potresti amarlo: Guns of Boom è perfetto se sei un giocatore di FPS frenetici e competitivi, e non è necessario spendere soldi reali per diventare altamente competitivo in game. La possibilità di sfidare i tuoi amici è poi molto apprezzabile.

Perché potresti odiarlo: Il livello di sfida in alcuni match risulta essere davvero elevato, e sebbene il gioco cerchi di accorpare tra loro giocatori grossomodo allo stesso livello, ciò non sempre è possibile. Insomma, se ti spaventa perdere più di qualche partita, anche malamente, Guns of Boom potrebbe non fare per te.

Se vuoi saperne di più su Guns of Boom, certamente troverai utile questa presentazione più approfondita, che ne rivela i molteplici aspetti.

 

2) Playerunknown’s Battlegrounds Mobile

PUBG Mobile è un titolo che non ha bisogno di presentazioni: fra i giochi più scaricati sul Google Play Store, PUBG ha creato un genere, quello dei Battle Royale, in continua espansione e che vede fra i suoi massimi esponenti anche il più grande concorrente di Playerunknown’s stesso: Fortnite.

Quante volte, tuttavia, giocando a PUBG Mobile ti è capitato di tappare un tasto a caso, di essere troppo lento nello sparare ad un nemico o di non riuscire a distinguere persone in lontananza? Ecco, se ti è successo almeno una volta, forse dovresti provare questo titolo su BlueStacks, per via dei controlli migliorati, del sistema di shooting completamente diverso grazie al mouse e, soprattutto, per avere una visuale nettamente migliore sui dintorni, perché quando la partita si fa frenetica, avere uno schermo di svariati pollici davanti a sé, rispetto a quello di uno smartphone, fa un’enorme differenza.

PUBG Mobile, poi, al contrario della sua versione specifica per PC, è completamente free to play, e comunque potrai tranquillamente giocare una partita in mobilità dallo stesso account Google collegato a BlueStacks senza perdere alcun progresso. Più informazioni e guide specifiche sul gioco sono disponibili a questo link.

 

 

Perché potresti amarlo: PUBG Mobile è forse il più completo Battle Royale disponibile sul PlayStore, le possibilità offerte sono tantissime, ed il gioco ha anche un bacino d’utenza molto ricco, che ti garantirà attese brevissime prima dell’inizio di ogni match.

Perché potresti odiarlo: Se non sei amante dei Battle Royale, semplicemente PUBG non fa per te, in quanto non esiste una campagna o un’altra modalità accessoria: Playerunknown’s Battlegrounds fa solo una cosa, ma la fa bene.

 

3) Oceanhorn

Oceanhorn è un gioco da non perdere se sei un amante degli RPG simili a The Legend of Zelda: con una storia avvincente, delle musiche ispirate ed una grafica decisamente gradevole, questo titolo ti saprà regalare ore di divertimento, con la prima parte del gioco completamente gratuita e la seconda da sbloccare a pagamento qualora volessi continuare l’avventura.

Ricco di elementi già rodati, e simile quanto basta ai vari Ocarina of Time, The Wind Waker eccetera, Oceanhorn non ti deluderà, ed al sistema di combattimento piuttosto povero, per cui basta la pressione di un tasto per sferrare degli attacchi, sopperisce la bellissima trama e tutto il comparto tecnico.

Una volta settati i comandi, Oceanhorn diventa estremamente più godibile sul grande schermo di un PC, grazie alla possibilità di utilizzare un sistema di movimento simile a quello dei MOBA (League of Legends ne è un esempio) per esplorare le isole del titolo.

 

 

Perché potresti amarlo: La colonna sonora ispirata, la grafica gradevole e l’intera impostazione del gioco rendono Oceanhorn un RPG di stampo classico da non perdere. Se hai giocato ad un titolo della saga “The Legend of Zelda” e ti è piaciuto, dovresti assolutamente giocare ad Oceanhorn.

Perché potresti odiarlo: Se sei abituato a RPG più action, come Dungeon Hunter, per fare un esempio, allora potresti annoiarti in Oceanhorn, privo di un sistema di combattimento complesso e di corse frenetiche per la mappa.

 

4) The Battle of Polytopia

Cerchi uno strategico avvincente, veloce e colorato, che ti tenga con gli occhi incollati allo schermo per tutto il corso della partita? Non hai voglia di imparare formule ed algoritmi ma desideri un gioco profondo ed intrigante a livello di game play? The Battle of Polytopia è questo e molto di più. Il tuo obiettivo in ogni sessione di gioco, sempre diversa dalle altre grazie alla proceduralità della mappa, è quello di conquistare le città nemiche e di diventare l’impero più potente del mondo, sviluppando tecnologie per addestrare unità migliori e per navigare o scalare montagne, e tutto questo senza perdere tempo aspettando che edifici o ricerche si completino.

 

 

E’ difficile descrivere The Battle of Polytopia e la genialità dei suoi sviluppatori in poche righe, ma non lo è cercare di spiegare perché l’esperienza di una partita a questo titolo sul grande schermo di un PC sia decisamente più appagante: la possibilità di avere una visuale d’insieme su tutta la mappa di gioco, così come il poter interagire con tutto semplicemente con un click del mouse rende questo titolo atipico perfetto per lo schermo di un PC, sia per i giocatori nuovi in questo mondo che per quelli più datati, alla ricerca di una buona alternativa, più fresca e veloce, ai celebri “Ultima” o “Age of Empires”.

 

 

Perché potresti amarlo: The Battle of Polytopia è eccellente nel suo essere uno strategico non troppo complesso, facile da comprendere nelle sue meccaniche e soprattutto veloce: almeno che tu non decida di giocare contro molti nemici, le partite non dureranno più di un’oretta (con la possibilità di salvare ogni volta che lo desideri).

Perché potresti odiarlo: Se cerchi un titolo complesso, con decine di aspetti da tenere in considerazione durante la partita, con uno sviluppo cittadino simile a quello del sopracitato Age of Empires, potresti rimanere deluso.

 

5) Lineage 2: Revolution

Se sei un amante dei MMORPG, giochi di ruolo online in un mondo pieno di giocatori e di quest da svolgere, certamente avrai notato come il panorama videoludico in questo settore si sia un po’ arenato negli ultimi anni. Per fortuna, però, Lineage 2: Revolution, ha portato una ventata d’aria fresca sul genere, migliorando ciò che rende un po’ datati giochi come World of Warcraft, TERA, ed altri mostri sacri. Lineage 2: Revolution è tuttavia pensato come un gioco per piattaforma Android, ma come ogni MMO i mille elementi a schermo (fra skills, quest tracking, nomi di altri PG eccetera) lo rendono perfetto per essere giocato su PC, tramite BlueStacks.

L’esperienza in tal senso è sicuramente più appagante, e se non puoi fare a meno di affrontare epiche boss fight con i tuoi amici, certamente Lineage 2: Revolution, è ciò che stai cercando.

 

 

Perché potresti amarlo: Lineage 2: Revolution è certamente fra i migliori MMORPG presenti sul Google Play Store, dunque se hai voglia di intraprendere una lunga avventura per far crescere il tuo personaggio ed esplorare il mondo di gioco questo titolo potrebbe fare al caso tuo.

 Perché potresti odiarlo: Alle volte Lineage 2: Revolution può sembrare troppo guidato (a causa anche del sistema di auto-questing), quasi “semplificato” rispetto ai vari WoW e TERA, ed inoltre se non hai voglia di passare ore a cercare equipaggiamenti ed items uccidendo mob e portando a termine quest, è difficile che un titolo del genere ti possa attrarre, in quanto per arrivare all’end game di Lineage 2 sono necessarie parecchie ore di gioco.

 

In conclusione

Questa classifica non è da intendersi come universale, ma come un consiglio: giocando i titoli di cui hai letto su un PC sicuramente, se ti piace il genere, ti divertirai molto, grazie a tutto ciò che essi offrono. Se, poi, dovessi essere interessato a qualcos’altro in particolare, ebbene BlueStacks offre tutto il parco titoli presente sul Google Play Store con personalizzazione dei comandi annessa, quindi non hai che da esplorare!

Scarica BlueStacks 4

Commenti